La Cina e gli eSports

Chi ha detto che ci sono solo le Olimpiadi e solo gli Sport tradizionali?

Amici sportivi, amici amanti della Cina, e amici pazzi per i videogames, oggi vi parliamo dei Giochi Asiatici e degli eSport.

I Giochi Asiatici sono il secondo evento sportivo multidisciplinare mondiale, sono riconosciuti ufficialmente dal Comitato Olimpico Internazionale (CIO), e coinvolgono ogni 4anni quasi 10.000 atleti dai 45 paesi che formano il Comitato Olimpico d’Asia (OCA).

Cosa sono gli eSport? Con il termine eSport (o Sport Elettronici) si definisce l’universo “competitivo” legato al mondo dei videogames, che dai primi tornei degli anni 80 si è evoluto in vere e proprie competizioni e leghe internazionali a cui partecipano giocatori e team professionisti.

Conoscendo la passione e l’attaccamento dei nostri contemporanei asiatici ai videogames, non è difficile immaginare dove questi eSports siano nati e dove si siano maggiormente diffusi. E’ la Corea del Sud infatti ad aver dato i natali a queste nuove discipline. E chi, se non la Cina, può presentarli ufficialmente al mondo intero?

La Cina è ormai pronta ad affacciarsi sulla scena mondiale ospitando i Giochi Asiatici, e portando ufficialmente per la prima volta nella competizione i professionisti dei videogiochi.

L’edizione 2022 che si terrà a Hangzhou, infatti, potrebbe segnare un cambiamento epocale per il mondo degli eSports. Infatti secondo i piani dell’OCA sarà l’occasione per introdurre in via ufficiale alcune discipline “elettroniche” i cui atleti potranno ambire a medaglie equivalenti a quelle dei colleghi impegnati nelle discipline tradizionali.

L’iniziativa è frutto di un accordo tra il Comitato Olimpico d’Asia e Alisport, ramo del Gruppo Alibaba dedicato agli eventi sportivi nato nel 2015.

L’interesse di Alisport per gli eSport è noto da tempo: solo lo scorso anno ha investito circa 150milioni di dollari nell’IeSF, federazione internazionale degli eSport che da anni lavora per il riconoscimento delle discipline elettroniche da parte del CIO.

Gli sport elettronici saranno protagonisti già di eventi dimostrativi associati all’edizione 2018 dei Giochi Asiatici che si terranno in Indonesia, ed ancor prima a settembre ad Ashgabat in Turkmenistan, in occasione della quinta edizione dell’AIMAG (Giochi Asiatici Indoor e di Arti Marziali), dove si avrà un piccolo assaggio con eventi dimostrativi dedicati a FIFA, ad un MOBA ed ad un RTA (real-time attack) non ancora specificati.

Insomma, preparatevi ad assistere alle competizioni di videogames, magari di persona: tutti invitati ad Hangzhou nel 2022. Ci vediamo lì!