La festa del Qingming, ovvero la festa della Luminosità

qingmingjie_dumupoem
Qing Ming Jie

Arriva la primavera, il clima si fa tiepido, sbocciano i fiori e la natura si risveglia… e i cinesi danno il benvenuto ad una vecchia festa tradizionale, la Festa del Qingming 清明节 Qīng míng jié.

Perchè la festa è chiamata Qingming (chiarezza e luminosità)?

Il Qingming è uno dei 24 punti di divisione del calendario lunare, e secondo il calendario solare, cade verso la prima decade di aprile. Fin dall’ antichità, sia gli aristocratici che le persone comuni andavano a visitare le tombe dei defunti, pulendole, ricoprendole di nuova terra ed offrendo fiori e omaggi agli avi, per ricordarli ed esprimere rispetto.

In alcune località la festa è anche chiamata “Festa degli spiriti”, l’equivalente della Commemorazione dei Defunti che ricorre a novembre in Italia.

Perché i defunti possano vivere nell’agiatezza, si usa bruciare denaro di carta, spesso negli incroci delle strade, che si creda che sia il posto più vicino al paradiso.
Chiaramente, le tradizioni si evolvono nel tempo, dunque vi capiterà di incontrare persone intente a bruciare tutti tipi di prodotti moderni, come ad esempio automobili, iphone, computer e addirittura ville… ovviamente di carta!

qingming
Festa della Luminosità

Visto che avviene in primavera, nonostante origini come sacrificio ai defunti, col passare del tempo la festa è diventata anche occasione di svago, è anche chiamata “Festa delle gite”, in cui si organizzano gite fuori porta da trascorrere con gli amici e la famiglia!

Impariamo una poesia per l’occasione.

Questa poesia è di un famoso poeta Tang di nome Du Mu 杜牧.

E’ la storia di un viandante solo e triste che viaggia in un paesaggio ancora bagnato di brina. E’ una scena un po’ scura, che si illumina però nell’ultima frase, quando il contadino indica al viandante la taverna nel villaggio degli albicocchi fioriti. E’ quindi un messaggio di luce e di speranza.

poem_qingming

清明时节雨纷纷,

qīnɡ mínɡ shí jié yǔ fēn fēn ,

路上行人欲断魂。

lù shànɡ xínɡ rén yù duàn hún 。

借问酒家何处有?

jiè wèn jiǔ jiā hé chǔ yǒu ?

牧童遥指杏花村。

mù tónɡ yáo zhǐ xìnɡ huā cūn 。