La festa delle Lanterne

Buona Festa delle Lanterne!

元宵节快乐 (Yuánxiāojié kuàilè)

Sabato scorso è stato il quindicesimo giorno del primo mese lunare, la luna splendeva tonda tonda nel cielo di Pechino (ma anche in quello di Milano!), contornata dai fuochi d’artificio che hanno illuminato il cielo per tutto il weekend.

 

Quali sono le usanze della Festa delle Lanterne? Eccone alcune!

 

吃元宵

chī = mangiare

Yuánxiāo = dolcetti della Festa delle Lanterne

Che festa è se non si mangia?! In occasione della Festa delle Lanterne si mangiano gli 元宵(Yuánxiāo),dei dolcetti tondi, bianchi. Sembrano tutti uguali, ma in realtà gli ingredienti e il sapore sono diversi per ciascun tipo di dolcetto. La loro diversità è la loro bellezza, rappresenta unità e armonia. Nel mangiarli ci si augura, inoltre, che nell’anno appena cominciato la vita sia ricca di tante cose belle.

狮子舞

shīzi = leone

wŭ= danza

La danza del leone, una performance che caratterizza non solo questa, ma anche altre festività cinesi. Il leone nella cultura cinese è un animale portafortuna, 瑞兽(ruì= fortuna, buon auspicio; shòu= bestia, animale), così come il dragone. Mentre si assiste alla danza, è usanza esprimere i propri desideri e, allo stesso tempo, sperare che la sfortuna si tenga alla larga!

猜灯谜,

cāi = indovinare

dēng = lanterna

mí = indovinello

Indovinare gli indovinelli scritti sulle lanterne.

Negli indovinelli sono nascosti auguri di una vita armoniosa e gioiosa, ma per poter ricevere gli auguri, dovete prima indovinarli! Gli indovinelli sono un ottimo modo per mettere alla prova la vostra arguzia, e in Cina sono apprezzati da tutti, grandi e piccini. Durante le dinastie Ming e Qing, oltre ad indovinelli e canzoni popolari, venivano riprodotti sulle lanterne anche pezzi dell’Opera Cinese.

Il motto di questa festa: 和气生财, “l’amabilità rende ricchi”.

和(hé) gentile, 气(qi) maniera, 生 (shēng) far nascere, 财 (cái) ricchezza

In questa festività, si celebra ancora una volta l’unità e l’armonia in famiglia, elementi essenziali perché una famiglia possa considerarsi completa.